Ginevra Grasso

Memoriale di Sabbiuno

Felice nascesti in luglio.
Ora riposi dove perseverano i germogli, il vento e i rovi.
E i bambini seguono i passi di padri.
Che li vestono del colore delle cocciniglie e delle rose più passionarie.
Avanti proseguono, stringendo nelle mani l'evanescenza degli ideali.

Ovunque si può cadere.
Ma da nessun luogo si può uccidere una nuvola Felice.



IMG_2040.JPGIMG_2029.JPGIMG_2010.JPGIMG_2011.JPGIMG_2013.JPGIMG_2012.JPGIMG_2026.JPGIMG_2024.JPGIMG_2023b.jpgIMG_2015.JPGIMG_2037.JPGIMG_1998.JPGIMG_2005.JPGIMG_2028.JPGIMG_2007.JPGIMG_2041.JPGIMG_2034b.jpgIMG_2030.JPG

Ferdinando Scianna - Ti mangio con gli occhi

Ho amato questo libro fin dal momento in cui lho trovato in libreria, senza neanche sapere che lo stavo cercando.
Appena l'ho avuto fra le mani, lho divorato.
Come un arancino che ha appena finito di friggere, col cuore così filante e incandescente da ustionarti il palato. Ancora troppo caldo per poter essere assaporato a dovere, ma così goloso e confortante da non poter resistere al suo richiamo nemmeno per un istante.
Questo non è solo uno splendido libro di fotografia. E uno stratto di memorie visive, ricordi commossi, sapori indimenticabili.
Dentro questo libro cè la Sicilia del dopoguerra, ci sono i racconti dei miei genitori, cè il quotidiano gustato e condiviso.
Cè Scianna fotografo, scrittore, giornalista, ma soprattutto cè lo Scianna uomo.
E un libro che dovrebbero leggere tutti i siciliani, tutti i golosi, tutti i fotografi, tutti coloro che hanno un cuore ed uno stomaco.
E un libro che ti nutre, rendendoti al contempo ancora più affamato.


F. SCIANNA, Ti mangio con gli occhi, Roma, Contrasto, 2013.
234 pagine, 22 euro (spesi benissimo!)



ti_mangio_con_gli_occhi.jpg

search

pages

Share
Link
https://www.ginevragrasso.it/diario-d
CLOSE
loading